Logo
SUBFORNITURA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA: UNA RISORSA DI QUALITÀ

Ecco chi potrà rialzare le serrande dal 14 aprile

Il decreto del presidente del Consiglio prevede il riavvio di molte attività, ma quello del presidente della Regione Fedriga potrebbe essere restrittivo.

Dal 14 aprile, secondo quanto previsto dal nuovo decreto del presidente del Consiglio, potranno riaprire i battenti librerie, negozi che vendono articoli per neonati, cartolerie e studi professionali, anche se va detto che gran parte dei commercialisti, degli avvocati, degli ingegneri o degli architetti non ha mai smesso di lavorare. Riparte poi la produzione di computer, di schede elettroniche e quella di utensili manuali ma anche di articoli in paglia, di prodotti in legno e sughero, di fertilizzanti e prodotti chimici per l'agricoltura.
 Potranno ricominciare le attività di manutenzione dei boschi e verde pubblico e le attività di giardinaggio.
 Lo stabilimento Fincantieri - una delle più importanti realtà produttive della regione - rimarrà chiuso almeno tutta la prossima settimana e nel frattempo sarà studiata l'eventualità di una ripartenza dopo il 20 aprile in accordo con i prefetti di tutte le città in cui è presente il gruppo della cantieristica. Se ci sarà una ripresa dopo il 20, sarà comunque graduale.
 Tornando alle librerie non sarà facilissimo ripartire e si attendono chiarimenti sulle precauzioni da adottare. I librai che hanno dipendenti, inoltre, temono che il numero di clienti (viste le restrizioni agli spostamenti ancora in vigore) non sia sufficiente a produrre entrate tali da poter pagare gli stipendi di chi oggi è in cassa integrazione.
 Lunedì 13 è prevista un'ordinanza del presidente della Regione che potrebbe confermare quanto previsto dal governo o restringere il perimetro delle nuove possibilità introdotte dal decreto.
Share Button
Ricerca diretta
TROVA IL TUO SUBFORNITORE
Ragione sociale

Accesso riservato

accesso area riservata
servizi per utenti registrati
email
password

Iscriviti alla mailing list

® Tutti i diritti riservati a Subfornitura del Friuli Venezia Giulia
0,2174